IPAE Marche
Scuola di Specializzazione in Psicoterapia

c/o IPAEA
Via dei Saladini n.16

63100 Ascoli Piceno

Tel/Fax: 0736/250818

i.

PER CONTATTARCI:

Seguici:

 

  • Facebook Classic
  • Twitter Classic
  • YouTube Classic

© 2015 IPAEMarche - Tutti i diritti riservati

Articolo 15) La Segreteria della scuola

La segreteria svolge tutte le funzioni tecnico amministrative, tecnicologistiche e di tesoreria richieste per il regolare funzionamento della Scuola. Per tali funzioni, I.PA.E.A. può conferire incarico ad aziende di sua fiducia. A titolo esemplificativo le funzioni delle Segreteria sono quelle di seguito elencate:

• curare i rapporti amministrativi e contabili con gli allievi e con i docenti;

• stipula e gestione di tutte le coperture assicurative necessarie e conseguenti il funzionamento della Scuola;

• provvedere alla regolare tenuta dei registri, compresi quelli d’esame e quelli relativi ai singoli percorsi di studio degli allievi;

• curare la stesura e la conservazione degli atti della Scuola, delle comunicazioni in arrivo e in partenza con protocollo numerico

progressivo;

• curare l’iter procedimentale degli adempimenti richiesti da leggi e dal MIUR;

• curare la verbalizzazione degli incontri degli organi collegiali;

• rendere operativi gli indirizzi e le decisioni del Direttore, del Comitato Scientifico, dello Staff didattico e portarle a conoscenza di tutti i soggetti interessati;

• curare la buona tenuta e la conservazione dei beni e delle attrezzature della Scuola, vigilare sul loro corretto uso;

• curare tutti gli spazi a disposizione della scuola, vigilare sul loro corretto uso, compresi gli aspetti igienici e il decoro;

• gestire e curare la biblioteca della Scuola quanto a raccolta dei volumi, loro conservazione, fruizione e prestito agli allievi.

 

TITOLO III

SEDE ED ALLIEVI, CALENDARIO

 

Articolo 16) Sedi e numero di allievi

La Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Analitica Esistenziale Marche dispone di spazi conformi ai requisiti minimi e agli standards stabiliti per le scuole di specializzazione in psicoterapia dal Decreto del Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica del 11 dicembre 2004, n. 509 dall’Ordinanza Ministeriale del 10 dicembre 2004. Gli spazi della scuola sono individuati nei locali in disponibilità di I.P.A.E.A in Via dei Saladini n. 16 ad Ascoli Piceno e in Via dei Soderini n. 18 sempre ad Ascoli Piceno.

E’ facoltà di I.P.A.E.A. reperire nuove succursali e aprire filiali della scuola anche in altre città italiane ed estere, previa acquisizione delle autorizzazioni legali necessarie.

In primo avvio, tenuto conto delle strutture didattico –formative a disposizione e della loro idoneità sia quantitativa sia qualitativa in rapporto al modello formativo adottato, il numero massimo di allievi per ogni anno di corso è stabilito in venti unità per la classe di corso più numerosa e, per l’intero corso, in numero di 80 unità.

 

Articolo 17) Calendario delle attività didattiche e sue modifiche

L’anno accademico inizia a settembre e termina a giugno in ciascun anno della specializzazione.

Le lezioni si tengono nei fine settimana intensivi, di norma per due week mensili alternando:

a) Un week-end venerdì (pomeriggio)/sabato/domenica

b) Un week-end sabato/domenica/lunedì (mattino)

Lo Staff didattico pianifica il calendario di massima delle attività all’inizio di ogni anno accademico e per ogni anno di corso.

E’ fatta salva la possibilità di modificare le date in corso d’anno in caso di particolari esigenze organizzative, da comunicare agli allievi con un congruo anticipo.

Le docenze di norma sono svolte nelle aule della Scuola, salvo che particolari esigenze organizzative di attività (es. congressi, seminari) richiedano lo svolgimento in luoghi diversi. In tal caso orari e luoghi saranno resi noti agli studenti con un congruo anticipo.

 

TITOLO IV

COSTI, RITIRO, RECLAMI, TUTELE E PROPRIETA’, QUALITA’ E VALUTAZIONE

 

Articolo 18) Tassa di Frequenza e costi

Il costo per frequentare la Scuola consiste in una tassa di iscrizione annuale da corrispondere in rate bimestrali scadenti: il 30 settembre (o comunque all’atto dell’iscrizione per iscrizioni successive), il 30 novembre, il 31 gennaio, il 31 marzo, il 31 maggio e il 31 luglio di ciascuna annualità di corso.

La Tassa annuale di iscrizione è stabilita in primo avvio dei Corsi in misura di € 3.000,00 = in rapporto a venti unità per la classe di corso più numerosa e, per l’intero corso, di 80 unità. In presenza di un minor numero di allievi e/o aumenti dei costi di gestione, la tassa sarà adeguata a cura degli organi competenti.

E’ facoltà degli Allievi pagare l’intera tassa annuale in unica soluzione a settembre, usufruendo in tal caso di una riduzione del 5% sull’importo della tassa.

Gli importi della tassa annuale e sue rateizzazione sono resi noti agli allievi, a cura della Segreteria, con affissioni nella sede e, comunque, dandone notizia all’atto dell’immatricolazione e dell’iscrizione agli anni successivi. Eventuali ritardi nei pagamenti saranno registrati e in caso di mancato pagamento l’allievo non potrà essere ammesso agli esami di valutazione intermedi, nè all’iscrizione all’anno successivo o all’esame finale. Al tardato pagamento dopo gg. 10 segue mora in misura del 5% dell’importo dovuto e insoluto.

Oltre 90 giorni, il mancato pagamento può essere motivo di esclusione dagli studi.

La tassa di iscrizione annuale comprende:

• la tassa e i diritti di segreteria per l’immatricolazione/iscrizione;

• la consegna del libretto formativo (per il primo anno);

• la partecipazione alle attività didattiche previste dal Piano di Studi per l’anno in corso comprese supervisioni;

• l’assicurazione personale prevista dalla normativa vigente per le attività svolte in sede;

• Il rilascio di una Card che consente sconti agli allievi sui servizi offerti da hotel, ristoranti librerie, convenzionati.

Quanto non espressamente indicato è da considerarsi a carico dell’Allievo.

E’ escluso il training di psicoterapia individuale e di gruppo.

Gli allievi provvedono a proprie spese alla copertura assicurativa RTC per lo svolgimento del tirocinio nelle sedi prescelte. A titolo di cortesia IPAEA può prevedere una estensione agevolativa delle proprie polizze vigenti, in favore degli allievi che lo richiedono e ne assumono pro-quota i relativi costi.

 

Articolo 19) Sostegni per il diritto allo studio

La scuola favorisce la frequenza degli studenti meritevoli e più bisognosi o svantaggiati. Allo scopo, come servizio di cortesia, la Scuola offre il proprio supporto amministrativo per consentire agli studenti la partecipazione a ogni forma di sussidio che agevoli il diritto allo studio (es. borse di studio, voucher, ecc.) promossa dagli enti pubblici e privati, applicabile nel caso di specie.

La Scuola fornisce, inoltre, informazioni esaurienti e aggiornate a tale riguardo per il tramite della Segreteria, anche avvalendosi di avvisi affissi nella sede o divulgati via internet.

Sempre per la finalità di favorire il diritto allo studio, a insindacabile giudizio del Direttore, sentito lo Staff didattico, può essere consentito all’allievo bisognoso di sostituire il pagamento di tutta o parte la tassa annuale di iscrizione rendendo le proprie prestazioni di medico o di psicologo in favore di I.P.A.E.A., impegnandosi in nuovi progetti che richiedono tali prestazioni professionali, ad esempio apertura di sportelli di consulenza anche presso enti terzi (presso scuole ecc).

La commutazione della tassa di iscrizione e frequenza in buoni-lavoro, avverrà nelle forme consentite dalla legge per i rapporti di lavoro e/o professionali, previo accordo/progetto da stilare caso per caso. Il progetto e il contratto lavorativo all’uopo stilati impegnano entrambe le parti nei modi e nei termini di legge.

 

Articolo 20) Rinuncia, ritiro e trasferimento

L’allievo che desideri rinunciare agli studi è tenuto a darne comunicazione a mezzo raccomandata A/R (fa fede il timbro postale). Se la rinuncia interviene prima della immatricolazione o della iscrizione agli anni successivi, sarà rimborsata l’eventuale quota di iscrizione già versata per l’anno non frequentato, decurtata del 30%. Se la rinuncia interviene dopo aver sottoscritto l’immatricolazione o la domanda di iscrizione per gli anni successivi, ma prima che i corsi siano iniziati, l’allievo è tenuto a pagare l’importo della prima rata della tassa di iscrizione. Il ritiro per qualsiasi ragione da corso già iniziato (anche da un solo giorno), comporta l’obbligo di pagamento dell’intera tassa annuale di iscrizione. 

L’allievo che voglia effettuare trasferimento ad un’altra Scuola di specializzazione dovrà chiedere il nulla osta al Direttore. Per poter ottenere il nulla osta al trasferimento l’allievo dovrà:

• aver superato tutti gli esami di annualità di corso già frequentate;

• aver completato il tirocinio negli anni frequentati;

• essere in regola con i pagamenti della tassa di iscrizione per gli anni frequentati, mentre per l’anno in corso vigono le stesse regole di pagamento fissate nei casi di rinuncia agli studi.

Nei casi di trasferimento, laddove l’allievo sia in regola con le suddette condizioni, la Scuola rilascerà attestazione degli studi eseguiti e degli esami sostenuti, per ogni uso consentito dalla legge.

 

Articolo 21) Decadenza ed esclusione dell’allievo

L’allievo che trascorsi sei anni dalla data di ammissione alla scuola, non abbia completato le attività di formazione teorica e pratica previste e non abbia superato gli esami relativi decade automaticamente dalla qualità di allievo, fatta salva la possibilità di richiedere una proroga per gravi e comprovati motivi, sui quali si esprime lo Staff Didattico.

La decadenza viene dichiarata dallo Staff didattico e comunicata all’interessato mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento.

Oltre che per decadenza, rinuncia, ritiro e trasferimento, la qualità di allievo della Scuola di specializzazione si perde altresì, per esclusione, nei seguenti casi:

• per esclusione in caso di violazioni deontologiche o disciplinari, o comportamento comunque in contrasto con lo spirito, gli scopi o le norme della Scuola. Gli allievi che si attribuiscono indebitamente il titolo di psicoterapeuta della Scuola sono passibili di esclusione. L’esclusione è decisa dallo Staff didattico previo accertamento dei fatti;

• per morosità nel versamento della quota di iscrizione alla Scuola che perduri da almeno tre mesi dalla scadenza del termine fissato per il pagamento. L’allievo moroso può chiedere una dilazione del pagamento per gravi e comprovati motivi. Sulla dilazione decide lo Staff didattico e non potrà essere concessa più di due volte nell’intero corso della formazione;

• lo Staff didattico può decidere l’esclusione dell’allievo qualora emergano fondati dubbi sulle possibilità di conseguire adeguate competenze sulla conduzione della relazione interpersonale specificatamente psicoterapeutica, su proposta motivata di almeno due supervisori dell’allievo o del Consiglio dei Docenti.

L’esclusione è comunicata all’allievo mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento. L’allievo dimissionario o escluso non ha diritto ad alcun rimborso delle quote della tassa di iscrizione versate alla Scuola ed è comunque tenuto al loro pagamento secondo quanto stabilito dal presente Regolamento della Scuola.

 

Articolo 22) Tutela dei dati sensibili

I dati personali, sensibili e di salute raccolti dalla Scuola e dai suoi organi, dal gestore scientifico IPAEA e da eventuali incaricati saranno trattati in osservanza al D.Lgs. 196/2003 e ss.mm.ii.

Alla stessa osservanza sono tenuti gli studenti per i dati di terzi trattati in ragione degli studi, dei tirocini e delle ricerche svolti.

 

Articolo 23) Proprietà intellettuale

Con la frequenza ai corsi, l’allievo autorizza la Scuola di Psicoterapia Analitica Esistenziale Marche a pubblicare i lavori scientifici da lui prodotti come elaborati durante i quattro anni di corso, rinunciando espressamente a pretendere alcunché a titolo di compenso.

 

Articolo 24) Procedure di reclamo

E’ diritto di ogni allievo presentare reclami, proposte, osservazioni o richieste di chiarimenti sul funzionamento della Scuola. Il reclamo costituisce un rimedio rapido a eventuali disfunzioni e non preclude le normali possibilità di tutela giuridica. Il reclamo non sostituisce i ricorsi. Esso ha natura e funzioni diverse dai ricorsi amministrativi e giurisdizionali previsti dalle leggi vigenti. La sua presentazione non influisce sui termini di scadenza dei ricorsi. Il reclamo può essere espresso in forma orale, telefonica, via fax o mail e deve contenente: generalità, indirizzo e reperibilità del proponente. I reclami anonimi non sono presi in considerazione. Il Rappresentante Legale della Scuola esamina i reclami dopo aver esperito ogni possibile indagine in merito, e risponde in forma orale ai reclami orali e in forma scritta ai reclami scritti, di norma entro 30 gg. dal ricevimento.

 

Articolo 25) Qualità e Valutazione del servizio

L’attività e l’organizzazione della scuola s’informano a criteri di qualità e di efficacia nell’ambito della funzione formativa sostenendo la necessità di valutare, a molteplici livelli, la riuscita della formazione nonché l’importanza di una formazione permanente nel campo della Salute Mentale. Uno psicoterapeuta come pure una istituzione formativa in psicoterapia hanno obbligo e necessità di aggiornare costantemente il proprio sapere e il proprio saper fare, anche in considerazione delle implicazioni etiche, degli sviluppi socio-culturali e delle ricadute del proprio intervento sulla qualità della vita delle persone, delle famiglie e della popolazione. Al fine di un costante miglioramento della qualità del servizio, della sua conformità agli standard attesi, sono effettuati sondaggi per conoscere come gli utenti giudicano i corsi e il loro livello di gradimento. A tale scopo vengono effettuate rilevazioni mediante questionari opportunamente tarati, rivolti annualmente agli allievi. I questionari vertono sia sulla gestione operativa (aspetti organizzativi ed amministrativi) sia sulla didattica (es. efficacia delle metodologie d’insegnamento e dei materiali didattici), prevedendo una graduatoria delle valutazioni con possibilità di formulare proposte. Entro il mese di maggio di ciascun anno, la Segreteria consegna il questionario agli allievi che provvedono alla compilazione e lo restituiscono entro quindici giorni presso la sede. Per promuovere la partecipazione attiva degli utenti anche in forma anonima e per raccogliere le loro rilevazioni e proposte spontanee, è messo a disposizione presso la sede un box chiamato “AIUTACI A FUNZIONARE MEGLIO” e relativa scheda per la formulazione delle osservazioni.

Le schede inserite nel box vengono raccolte periodicamente dal personale di segreteria e trasmesse al Presidente di IPAEA per gli adempimenti del caso.

Sempre nella stessa ottica, I.P.A.E.M. curerà la raccolta di informazioni sugli sbocchi professionali conseguiti dagli allievi diplomati, sui loro aggiornamenti e su come gli stessi giudicano la formazione conseguita in P.A.E.M. e la propria efficacia come psicoterapeuta a distanza di anni.

I questionari di gradimento e i follow-up periodici sono curati dallo Staff didattico che tara i questionari sulla base delle indicazioni scientifiche e delle norme tecniche ritenute più appropriate e aggiornate.

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now